Portale esclusivo pensato per i nostri clienti e partners

Log in

Richiedi l'accesso

logo
logo
countries flags

Sistema CPM: l'opportunità dei progressi tecnologici

Jan. 14 2021 di Bas Steltenpool , Senior Manager - PwC / Jamal Ryan, Manager | Risk Assurance - PwC

Performance Management

All’interno dell’area Finance, il ruolo del CFO è cambiato drasticamente a causa del rapido ritmo di avanzamento della tecnologia. Quali sono le “nuove” capacità che deve possedere per fornire un supporto strategico al business? 

I CFO devono essere in grado di prendere decisioni strategiche tempestive ed efficaci al fine di guidare le proprie organizzazioni in ambienti di mercato incerti e volatili. L'accesso ai dati in tempo reale, le possibilità di analisi più rapide e la capacità di segnalare, elaborare e archiviare i dati on cloud sono diventati aspetti fondamentali per un processo decisionale efficace.

Inoltre, i ruoli del CFO e dell'area Finance sono in continua evoluzione: da una funzione di referenziazione a quella di consulente strategico lungimirante. È necessario che i CFO si chiedano regolarmente se il panorama dei propri sistemi CPM, così come le loro competenze digitali, siano all’altezza di portare a un miglioramento delle prestazioni aziendali.

In definitiva, la capacità di analisi e reporting è fondamentale affinché l’area Finance sia pronta ad affrontare il cambiamento che l’aspetta.

Il ruolo del CFO e le sfide derivanti dall’utilizzo di tecnologie obsolete

La programmazione delle risorse di impresa (ERP, Enterprise Resource Planning), le soluzioni di Corporate Performance Management (CPM) e la Business Intelligence (BI), nonché altre soluzioni puntuali hanno fatto passi da gigante negli ultimi decenni, fornendo nuove opportunità ai CFO per affrontare molte sfide tecnologiche e decisionali.

Le sfide imposte dai sistemi tradizionali includono:

  • costi elevati dei sistemi CPM, perché è necessario creare e mantenere diverse interfacce, report personalizzati, tabelle di mappatura e processi di riconciliazione. 
  • Attività dispendiose in termini di tempo e lavoro manuale, con fasi di processo inefficienti che richiedono l'esecuzione di interfacce, l'analisi degli errori, la riconciliazione dei dati con diversi sistemi e svariate fonti alimentanti, ecc.
  • Gestione dei master data su più sistemi che diventa reattiva (guidata dal rilevamento di errori) piuttosto che proattiva.
  • Assenza di un'unica “fonte dati veritiera”: gli utenti aziendali ricevono dati da diverse fonti e questi non sempre sono omogenei. L'attenzione si sposta sulla ricerca di chi ha "i numeri giusti" anziché sull'analisi dei dati stessi. Ciò fa anche perdere ai dati la loro autenticità e affidabilità ai fini di un processo decisionale efficace. 
  • Mancanza di capacità analitiche: i sistemi CPM tradizionali in genere mancano delle capacità analitiche presenti negli strumenti moderni come la BI, la dashboard interattiva e la capacità di estrarre insight utili.
  • Reporting integrato limitato: diversi sistemi tradizionali non sono in grado o non prevedono l'inclusione di tutti i dati finanziari e non finanziari in un’unica soluzione che permetterebbe di agevolare il processo decisionale.
  • Mancanza di forza lavoro: la manutenzione e la gestione di un sistema legacy obsoleto richiede in genere un ampio coinvolgimento del personale IT, ampliando ulteriormente la forbice tra competenze di tipo Finance e IT.

L’evoluzione tecnologica nella gestione delle prestazioni aziendali

I sistemi di gestione finanziaria sono disponibili in molte forme diverse e offrono una gamma di funzionalità, tra cui l'Order to Cash (O2C), il Procure to Pay (P2P), la tesoreria, ecc. Tali funzioni sono in genere fornite tramite soluzioni ERP, tuttavia quando si tratta di gestire le prestazioni tramite reporting e analisi, il sistema CPM (Corporate Performance Management) gioca un ruolo fondamentale per consentire al CFO di svolgere con efficacia il suo lavoro.

Il progresso tecnologico ha reso possibile la nascita di nuove offerte da parte dei fornitori di software che, se implementate in modo efficace, possono aiutare i CFO ad affrontare i problemi precedentemente elencati. In particolare, in ambito di sistemi CPM, dove la domanda di fornitori che offrono soluzioni unificate per il closing finanziario, il budgeting e il planning sta crescendo rapidamente.

Tali offerte, come quelle di CCH Tagetik, hanno abbracciato un approccio a piattaforma singola, insieme a funzionalità di BI e di visualizzazione dei dati, nonché di accantonamento fiscale, IFRS e altre funzionalità di reporting normativo.
Un sistema CPM moderno consente inoltre all'ufficio del CFO di mantenere e gestire la propria soluzione indipendentemente dal coinvolgimento del settore IT, fornendo all'area Finance l'opportunità di sviluppare e migliorare le competenze relative sia al settore finanziario che tecnologico. Inoltre, la capacità di implementare tali soluzioni on cloud ha anche reso i sistemi CPM molto più accessibili, non solo per le imprese ma anche per società di piccole e medie dimensioni, grazie ai vantaggi del costo totale di proprietà (TCO, Total Cost of Ownership).

Naturalmente, i CFO devono considerare tutti i costi quando determinano la necessità di implementare nuovi sistemi, comprese le implicazioni finanziarie di implementazione, riprogettazione, migrazione dei dati, consulenza, costi di aggiornamento delle competenze, ecc. Questi costi devono essere bilanciati e messi a confronto con i numerosi miglioramenti ed efficientamenti di processo che si possono ottenere adottando un prodotto a piattaforma unica e come questi benefici serviranno a migliorare le prestazioni dell'organizzazione a lungo termine.

Scopri come le soluzioni CCH Tagetik possono aiutarti a supportare l’evoluzione dell’area Finance.

Modernization Of Finance

Share this post!